Sapone Vegetale al Fico d'india, perché usarlo?

Data: lug 26, 2019

Categorie: Prodotti

Tag: sapone , Fico d'india

La Storia

Il sapone è conosciuto dalla notte dei tempi, infatti, già i babilonesi e gli egizi 2800 a.C. lo usavano. Furono le donne galliche intorno al 700 a.C. che cominciarono ad usare la cenere unita a grassi vegetali per sbiancare la biancheria. Nel corso dei secoli man mano che le pratiche d’igiene personale si diffondevano si è sviluppata anche l’arte del sapone, pur rimanendo fino al ‘900 un oggetto di lusso.
Oggi per fortuna le cose sono cambiate il sapone è, facilmente reperibile, lo compriamo al supermercato, in profumeria, a un costo piuttosto basso.

Ma siamo sicuri che sia naturale?

Oggi il miscuglio grasso-cenere è stato sostituito ai tensioattivi e prodotti di sintesi derivati dal petrolio. Componenti come i siliconi non sono né biodegradabili né tollerati dalla nostra pelle, poiché non hanno un’azione nutriente e idratante, ma creano soltanto un micro-strato che impedisce la traspirazione della pelle dando l’illusione immediata” di avere una pelle morbida e setosa. Il sapone naturale, invece, se utilizzato con costanza, agisce lentamente, restituendo gradualmente una nuova vita alla nostra pelle. Grazie alla combinazione di sostanze vegetali bioattive, la salute ed il benessere del nostro corpo sono garantiti, il pericolo di tossicità viene annullato e l’eliminazione di scorie e tossine, invece, favorito.

Sapone vegetale al Fico D’india:

Il sapone vegetale al fico d’india segue l’antica ricetta delle nostre nonne, con un processo di saponificazione a freddo arricchito con le virtù salutari delle erbe. La percentuale di olio di oliva è al 5%. rende il sapone più compatto, fa produrre più schiuma. Da una sensazione di pelle pulita e profumata.

Perché usarlo:
  • è un prodotto sicuro in quanto abbiamo la certezza che non contiene elementi dannosi
  • rispetta la nostra pelle idratandola e detergendola con delicatezza
  • rispetta l’ambiente in quanto biodegradabile
  • il fico d’india in cosmetica è molto apprezzato in quanto è in grado di trattenere l’acqua e prevenire la disidratazione della pelle, ha un’azione vasocostrittrice ed è quindi rassodante e tonificante, inoltre la “pala” del fico d’india contiene Sali minerali, vitamina “E” e “C” che conferiscono proprietà emollienti ed antinfiammatorie. Con i semi, invece, si produce un olio adatto per il trattamento della pelle secca e screpolata.

Se questo articolo vi è piaciuto metti mi piace e seguiteci nei nostri social.

Lascia un commento

oppure

Lascia il tuo commento tramite facebook